Fior di Filo

Fiorellini di filo d'argentoQuesti piccoli fiorellini fatti con filo d’argento possono essere utilizzati come charms e come pendenti per orecchini, sono di semplice realizzazione e non richiedono l’utilizzo del saldatore. Possono essere realizzati con filo d’argento, rame, ottone oppure oro.

Tutto ciò che occore è: filo di diametro 1,2 mm e o,5 mm, un martello, pinze.

These little flowers, made with silver wire, can be used as charms or pendants for earrings. They are quite simple to be realised and it’s not necessary to sold anything. They can be realised with silver, brass, copper or gold.

All you need is: wire diameter 1,2 mm and 0.5 mm, hammer, pliers.

1 filo d'argento2 piegatura del primo petalo3 piegatura dei petali

Si comincia tagliando un pezzo di filo del diametro 1,2 mm, in un pezzo lungo 14 cm. Poi si piega il primo petalo con l’aiuto delle pinze e si procede creando i successivi. E’ importante cercare di formare i petali della medesima dimensione e con una forma regolare.
Let’s start with a piece of wire, diameter 1,2 mm, lenght 14 cm. Then we forge the first petal helping with pliers; forging the others is important to have a similar dimension and shape.

.

4 i cinque petali, vista frontale5 i cinque petali, vista del retro6 martellare

Una volta modellati i 5 petali, si procede alla martellatura. Se userete la testa del martello piatta il vostro fiorellino resterà piano, se preferite invece un effetto leggermente concavo, usate la testa rotonda.
Once forged the five petals, you can hammer. If you’ll use the flat head of the hammer your flower will be plane, if you prefer a concave effect you’ll have to use the round head.

.

.

7 il fiore martellato8 legatura del nucleo9 perfezionare il centroUna volta terminata la martellatura i petali saranno leggermente deformati e vanno sistemati. Una volta trovata la forma armonica è il momento di preparare il nucleo: con il filo diametro 0,5 mm avvolgete la parte centrale del fiore.
Once you’ll have hammered all the petals, you’ll see that they are lightly warped and you’ll have to forge them right again. Once find an armonic shape it’s time to prepare the center: with the thiner wire wrap up the central part of the flower.

.

.

10 il fiore finito

Ed ecco il fiore finito!
And this is the flower!

Spirali Martellate

Una delle mie nuove passioni sono le spirali di argento martellato; l’idea è nata dalla ricerca di forme tridimesionali dinamiche che potessero essere realizzate senza il ricorso a saldature. Qui di seguito troverete le fotografie e la descrizione di come le creo; nel caso voleste cimentarvi in questa piccola avventura vi rivolgo una raccomandazione: gli attrezzi che vengono utilizzati, soprattutto sega da orafo, trapano e cesoie, vanno maneggiati con assoluta attenzione perchè possono ferire in maniera seria, non servitevene con leggerezza e non forzate mai i movimenti!

Hammered Spirals

One of my new passions are silver hammered spirals; the idea born why I was looking for dynamic three-dimensional shapes that could be done without soldering. Here you’ll find photos and description of the entire process of creation; if you would like to try I just ask you to pay attention and be careful in using the necessary tools, especially handsaw,  electric drill and shears; they must be used with absolutely concentration because they can hurt you seriously, never force the movement!

spirali martellate 1Il punto di partenza è una lastra d’argento 925 dello spessore di 0.5 mm. Si decide l’altezza della propria spirale, in base all’uso che ne verrà fatto, e si traccia col compasso una linea guida per il taglio; in questo caso le spirali sono alte mezzo centimetro circa.
The starting point is a plate of silver which has a thickness of 0.5 mm. Once decided the height of the spiral, according to the use you’ll do of it, it’s time to draw a guide line for cutting; in this example the spirals height is about 0.5 cm.

spirali martellate 2

Il taglio della lastra può essere effettuato sia con un seghetto da orafo che con un paio di cesoie x metalli. La scelta dipende dall’effetto che si vuole ottenere; io preferisco utilizzare le cesoie per ottenere un bordo leggermente irregolare. Se il bordo dovesse risultare tagliente o presentare piccole schegge, ripassatelo con della carta vetrata.
The cut can be done with a goldsmith handsaw or with shears, the choice depend on what effect you are looking for; I like using shears to obtain a slightly irregular border. If the edges are cutting, just sand them.

spirali martellate 3

Una volta pronta la lastra, qui ne vedete due poichè diverranno degli orecchini, è il momento di procedere con la martellatura: appoggiate la lastra su una superficie di metallo e date dei piccoli colpi uniformi, sufficientemente forti da lasciare il segno sull’argento ma non troppo violenti da ridurne eccessivamente lo spessore.
Once cutted the plate, here you can see two pieces because they’ll became a pair of earrings, it’s time to hammer: put the plate on a iron base and hammer equally all the surface paying attention not to strike too strong or you’ll reduce the thickness of silver.

spirali martellate 4

Adesso arrotolate la lastra su se stessa con l’aiuto di un paio di pinze a becchi tondi lisci.
Now roll up the plate helping with a plier round nose.
spirali martellate 5

Con le dita e l’aiuto della pinza, srotolate le spirali e formate le chioccioline.
Using fingers and plier round nose, unroll the spirals and forge your swirls.

spirali martellate 6

Ora, procedendo con estrema attenzione, bucate le spirali usando il trapano con una punta di diametro 1.2 mm.
Now, please be careful, make a hole using a drill bit of 1.2 mm diameter.

spirali martellate 7

Prendete un chiodo d’argento a testa piatta e piegate ad uncino l’estremità, infilatelo nel foro ed infilate.
Take a nail with a flat top, bend it as a hook and insert it in the hole.

Legate infine gli occhielli e, se necessario, limate i bordi. Ecco qua le spirali d’argento martellate!
Tie the eyelet and, if it’s necessary, file the edges. Here they are: silver hammered spirals!

Monachelle legate

Filo d'argento100_6786-copia100_6787-copia Per realizzare le monachelle occorre del filo d’argento di diametro 0.8 mm, generalmente venduto in matasse da 100 gr circa.
Si tagliano due pezzi di filo la cui lunghezza deve essere almeno di 6 cm,  la misura scelta dipende dalla lunghezza che si preferisce per la parte finale del pezzo.

Fish hook earring
You need silver wire, diameter 0.8 mm. Start cutting two pieces of wire, each one long 6 cm or more (it depends on how long you like the final part of the fish hook).

Pinza a becchi tondi Pinza a becchi tondi per argento e metalli morbidiOcchiello della monachella pronto per essere chiusoIl primo passo per forgiare la monachella è creare l’occhiello a cui si aggancerà l’orecchino vero e proprio: si usano le pinze piccole a becchi tondi lisci e si avvolge il filo lasciando uno dei due capi del filo più corto dell’altro. Poi, usando la pinza per tenere fermo l’occhiello, si raddrizza l’estremità più lunga in modo da formare un angolo retto con l’estremità più corta.

The first step is gave shape to the bottom part: you can use a plier round nose and turn the wire on it as shown in the photograps. Then, using the plier you’ll lean the longer part to form a 90° angle with the short one.

Pinza a becchi tondi per oreficeriaChiusura della monachellaPinza a becchi piatti zigrinataAncora tenendo fermo l’occhiello, si usano le dita per avvolgere il filo corto su quello lungo, aiutandosi infine con una pinza a becchi piatti zigrinati per chiudere l’ultima parte del filo.

Again with the plier round nos, stop the little eyelet and use your fingers to turn the short piece of wire around the long one. Then, helping with a plier crimped nose, close the last part.

.

Occhielli delle monachelle Pinza a becchi tondi piegatura monachellaDima per forgiare monachelle

.Una volta chiusi gli occhielli, piegare all’indietro il filo e modellare la monachella con l’aiuto di una dima (va bene un qualunque oggetto tondo, nella foto si tratta di un pennarello).

Once closed the eyelet, flex beck the wire and, using a shape (for example a pen) bend the fish hook.

.

.

Monachelle pronte da raddrizzareStocco e carta vetrataLimatura della punta con carta vetrata fineAppoggiate le monachelle così formate su una superficie piana e, se necessario, correggete la piegatura. Poi limate l’estremità del filo con della carta vetrata a grana fine, per evitare che possa pungere l’orecchio.

Put the fish hooks on a plane surface and, if necessary, correct the shape. Then file the end of the wire to avoid it to hurt ears.

.

.

Martello a testa piatta Monachelle finiteDimensione delle monachelle

L’ultima operazione, che serve a fissare la forma e ad indurire il pezzo, consiste nel martellare leggermente la monachella per appiattirla un poco. Ed ecco la monachella legata pronta per essere utilizzata!

The last part of the work is useful to stop the shape and harden silver; you have to hammer lightly the  fish hooks and, here they are: tied fish hooks!

Le monachelle, come illustrato nelle fotografie, possono essere lavorate, in alcune fasi, contemporaneamente; generalmente lavorare entrambi i pezzi insieme facilita la realizzazione di parti molto simili, quasi identiche anche se, come nell’esempio, è più facile che le pinze segnino il metallo (inconveniente a cui si può porre rimedio avvolgendo le pinze con dello scotch di carta oppure ripassando i pezzi con della carta vetrata a grana fine).
La scelta è assolutamente personale e fare un poco di pratica consente di decidere la modalità più comoda per ognuno.

As shown in some photos, you can work the two fish hooks togheter, in order to obtain similar pieces; this can damage the surface of silver cause is more difficult  to control the force in using the pliers, but you will easly avoid it by wrap up them with some scotch or filing the final piece. Trying the two ways will allow you to choose the one you prefer.